Posted on

L’utilizzo delle criptovalute nella vita di tutti i giorni

Per chi si affaccia solo adesso nel mondo delle criptovalute è facile intuirne il potenziale a livello di investimento, ma è un po’ più complesso capire come poterle utilizzare come vera e propria moneta.

L’adesione, almeno formalmente, è vasta: è vero, non si fa che parlare di Bitcoin & Co.!

Tuttavia le aziende e le piattaforme che accettano questo metodo di pagamento non sono ancora così ben distribuite sul territorio mondiale (e chi invece annuncia qualcosa in questo senso lo fa più che altro a scopo di promozione del proprio brand).

Non aiuta poi il fatto che alcuni investitori della primissima ora abbiano fatto retromarcia in maniera pubblica e clamorosa. È il caso di Elon Musk, che fino a poco tempo fa permetteva di pagare le sue Tesla in Bitcoin. Ora non più!

Cosa si può pagare con le criptovalute in Italia

Al di là delle bizzarrie (frequenti) di Musk e della diffusione a macchia di leopardo di servizi online cripto-friendly, esistono comunque modi per spendere quanto accumulato virtualmente.

Moltissime piattaforme online per la salute della persona sono aperte all’utilizzo delle monete intangibili, (anche se non tutte). Alcune riportano l’ormai familiare simbolo di Bitcoin nel footer dei propri portali, mentre per altre come https://motiva.health/it/ sarà bene consultare il personale per avere conferma di poter pagare attraverso il proprio wallet.

Un altro caso in cui è possibile usare la criptovaluta è quello dei siti di gioco online, fra i primi ad abbracciare la nuova tecnologia. Anche i principali servizi di VPN, di acquisto domini e di e-commerce non hanno problemi ad accettare questa forma di pagamento.

Non c’è ancora un’adozione capillare nel mondo dello shopping online di tipo “quotidiano” (o pressoché!). Pensiamo alla spesa a distanza, oppure all’acquisto di abiti o accessori: ancora sono poche le realtà disponibili in questo senso. Si tratta di una forma di progresso che prima o poi si attesterà anche in Italia.

La curiosità: si accettano Bitcoin anche qui…

Bitcoin, Litecoin, Ethereum o Monero sono, per quanto possa sembrare strano, accettati anche da alcune società di taxi, da determinati studi legali, ma anche da tabaccherie selezionate. Un elenco più completo è consultabile a questo indirizzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *